chi siamo il progetto i partner

Sostieni Stopndrangheta.it

facebook twitter flickr youtube

NEWSLETTER

Inserisci la tua email



per ricevere informazioni e aggiornamenti da StopNdrangheta.it


io parlo

dimenticati

gotica

il caso valarioti

dimenticati

non bacio le mani

AUTORI
CINEMA
EDIZIONI
NOMI E COSE
OPERE
RECENSIONI
SEZ. 'NDRANGHETA - BIBLIOTECA CONSIGLIO REGIONALE
TEATRO
FILE - tutti - nascondi


Al via Trame 2013 - il programma del festival
Per il terzo anno consecutivo torna a Lamezia Terme "Trame, Festival dei libri sulle mafie". Il direttore artistico della rassegna, in programma dal 19 al 23 giugno, è Gaetano Savatteri, giornalista e scrittore, che prende il testimone da Lirio Abbate, continuando un lavoro che ha prodotto negli anni scorsi un evento di richiamo nazionale. In programma, nella prima giornata del festival, anche la presentazione di "Io parlo. Donne ribelli in terra di 'ndrangheta" (Castelvecchi, 2013) di Francesca Chirico, redattrice di Stopndrangheta.it, affiancata nell'occasione da Maria Teresa Morano e Raffaella Calandra. SCARICA IL PROGRAMMA.

Stopndrangheta.it a Lamezia per "Trame"
Anche Stopndrangheta.it a "Trame. Festival dei libri sulle mafie" in corso a Lamezia Terme fino al 24 maggio. Sabato 23 l'archivio multimediale sarà presente con uno stand su corso Numistrano mentre alle 19.00, presso palazzo Panariti, Francesca Chirico presenterà "Storia di un giudice nel far-west della 'ndrangheta" di Francesco Cascini, alla presenza dell'autore. SCARICA IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL.

Tabularasa 2011 apre con "Dimenticati"
L'Associazione Urba, editrice della testata on line Strill.it, organizza "Tabularasa 2011 - Lo scandalo". La rassegna si terrà a Reggio Calabria, dal 6 al 30 luglio, ospitando oltre sessanta tra giornalisti, magistrati, scrittori, artisti, musicisti. Nel corso della prima serata, in programma il 7 luglio a Piazza Castello sul tema "Donne e uomini assassinati dalla 'ndrangheta", Danilo Chirico e Alessio Magro presenteranno "Dimenticati" con Giuseppe Pignatone (procuratore della Repubblica di Reggio), Francesco Forgione (già presidente della Commissione parlamentare Antimafia) e Filippo Veltri (responsabile Ansa Calabria). Scarica il programma della manifestazione.

Donne di mafia: affermazione di uno pseudo-soggetto femminile - Il caso della 'ndrangheta
Riflettendo sul ruolo delle donne nelle organizzazioni criminali di stampo mafioso, la sociologa Renate Siebert punta i riflettori sul caso della 'ndrangheta e sulle vicende emblematiche di Rita Di Giovine, Concetta Managò, Fiorinda Mirabile, Maria Serraino, Rossella Casini.

Valarioti - San Ferdinando, Storia e culto
Un lavoro del giovane Peppe sulle campane delle chiese di San Ferdinando

arte e cultura libri

TESTI - tutti - nascondi

Sotto l'albero la Calabria che scrive e resiste
C'è una Calabria che scrive e resiste, che racconta le storie affinché non si perdano, che costruisce l'immaginario collettivo affinché si crei una coscienza comune. Sono giovani scrittori che si impegnanano per mantenere viva la memoria attraverso i libri che ne sono i custodi ed attraverso gli uomini che, leggendoli, la fanno propria. Qui troverete piccoli suggerimenti, per i vostri regali sotto l'albero.

La 'ndrangheta davanti all'altare - il libro
Da un dibattito dedicato nel settembre 2012 ai rapporti tra Chiesa e 'ndrangheta nasce "La 'ndrangheta davanti all'altare", un saggio per scandagliare questioni spinose, per raccontare fatti che si tendono ad annacquare, spesso a dimenticare. Il libro, frutto della collaborazione tra Stopndrangheta.it e Sabbiarossa ed., sarà presentato in anteprima domenica 14 luglio a Reggio Calabria nell'ambito del contest Tabularasa.

Un viaggio "Senza targa" nella buonavita calabrese
Non è un saggio, non è un romanzo, non è un diario: "Senza targa" di Paola Bottero e Alessandro Russo (Sabbiarossa edizioni, Reggio Calabria 2012) è un po' di ciascuna forma letteraria, un percorso a due in cui a dodici ritratti di Calabria si sovrappongono e mescolano tanti altri ritratti di una terra che ti fa bollire il sangue, proprio come il suo sole e la sua disarmonica armonia. Un viaggio nella Calabria della buonavita, quella che cerca ogni giorno di sopravvivere alla malavita. Un viaggio intenso e corale di due voci fuori dal coro, per scelta.

Il punto di vista della "Calabria ribelle"
Negli ultimi anni, per fortuna, si è parlato molto di 'ndrangheta. E molto si è scritto. Ma un tassello mancava. Anzi, una prospettiva. Quella dei familiari delle vittime innocenti di 'ndrangheta che hanno saputo rielaborare il dramma in rabbia. Il dolore in battaglia. Quella delle famiglie squassate dalla sofferenza che hanno iniziato la resistenza. Giornaliera e costante. Ma non solo. Scarseggiava anche il punto di vista di chi è stato privato della libertà e della serenità e per questo ha deciso di intraprendere una guerra di civiltà. "Calabria Ribelle" di Giuseppe Trimarchi (in uscita per i tipi di Città del Sole) ha l'ambizione di colmare questa lacuna. Accanto a quelle di Liliana Esposito Carbone, Mario Congiusta, Deborah Cartisano e Stefania Grasso, il libro raccoglie anche le storie dell'imprenditore Gaetano Saffioti, di don Pino Demasi e di Michele Luccisano, vittima di usura.

In uscita "Il caso Fallara. Storia del modello Reggio e del suo tragico epilogo"
Sta per arrivare in libreria "Il caso Fallara. Storia del "modello Reggio" e del suo tragico epilogo, l'inchiesta giornalistica di Giuseppe Baldessarro e Gianluca Ursini. La vicenda di Orsola Fallara, dirigente del Settore Finanze e Tributi del Comune di Reggio Calabria, morta il 17 dicembre 2010 dopo aver ingerito dell'acido muriatico, ha sconvolto la città di Reggio Calabria. Un fatto raccapricciante, preceduto da una serie di scandali che hanno investito la dirigente ma anche l'amministrazione di centrodestra alla guida della città dal 2002 ad oggi. Orsola Fallara è il personaggio cardine del cosiddetto "modello Reggio" (Città del Sole edizioni, Reggio Calabria 2012)

IMMAGINI - tutti - nascondi


La nostra guerra non è mai finita
"Un corpo irriconoscibile abbandonato come un cane nelle campagne della Locride. L'interminabile, soffocante stagione dei sequestri di persona. E poi, nella nostra carne, le fiamme che divorano il mobilificio di nonno Ciccio, l'omicidio di mio padre. E nessun colpevole. Perché continuare a vivere in una terra che ripagava il nostro amore incondizionato con tanta spietata ferocia? Andarsene via, ovunque, purché lontano da Bovalino, fuori da quei confini diventati così angusti. Approdare in una città accogliente come Modena, nel tentativo di rimuovere, di dimenticare il passato, di trovare una normalità. Nascondendo a tutti, persino a me stesso, la rabbia e la sofferenza. E così ho fatto per tanto tempo, fino a quando, ormai ventenne, ho chiesto in lacrime a mia madre di guidarmi nel doloroso esercizio della memoria. Ho voluto sapere tutto di quella sera del 23 ottobre 1989, di quei colpi di lupara sparati contro la Panda rossa di mio padre" (Giovanni Tizian, La nostra guerra non è mai finita, Mondadori, Milano 2013).

Io parlo. Donne ribelli in terra di 'ndrangheta
Hanno infranto il silenzio preteso dalle cosche e assegnato loro dalla tradizione. Hanno combattuto paura e pudore e raccolto, non in egual misura, disprezzo e solidarietà. Qualcuna ha pagato con la vita. Sono le donne che in Calabria hanno reagito con la forza eversiva della parola alla violenza, al dolore, all'ingiustizia, sfidando la 'ndrangheta, ma anche un mondo che tace. «Io parlo», della giornalista e scrittrice Francesca Chirico, raccoglie e ricostruisce le loro storie, ripercorrendo, dai sequestri di persona e dalle faide degli anni Ottanta alle più recenti inchieste anti-ndrangheta, gli ultimi trent'anni di storia criminale calabrese. Con prefazione di Michele Prestipino (Castelvecchi, Roma 2013)

Don Panizza a Reggio per "Il dono e lo scambio"
Un dialogo sull'importanza del dono e dello scambio, ma anche sull'etica, la solidarietà, la povertà e il benessere. E' quello che intrecciano ne "Il Dono e lo scambio" il filosofo Dario Antiseri e don Giacomo Panizza, sacerdote di frontiera in prima linea nella lotta all'emarginazione e alla criminalità. Pubblicato da Rubbettino, il libro è stato presentato, per iniziativa dell'associazione "A Rua", venerdì 6 luglio a Reggio. All'incontro hanno partecipato l'autore don Panizza e la giornalista di Stopndrangheta.it Francesca Chirico, introdotti da Massimo Pirino (presidente A Rua).

Tabularasa apre nel segno dei "Dimenticati"
Uccisi dalla 'ndrangheta, cancellati dalla memoria. E' nel segno dei "Dimenticati. Vittime della 'ndrangheta" di Danilo Chirico e Alessio Magro che si è aperta il 7 luglio a Reggio Calabria "TabulaRasa 2011". Ad animare la serata d'avvio della rassegna, firmata Strill.it, un parterre d'eccezione: presenti, infatti, con gli autori anche il procuratore capo di Reggio, Giuseppe Pignatone, l'ex presidente della Commissione nazionale Antimafia, Francesco Forgione e il responsabile dell'Ansa Calabria Filippo Veltri. A moderare il confronto gli organizzatori Giusva Branca e Raffaele Mortelliti.

Strozzateci tutti - la copertina
Ventitre scrittori del sud uniti dall'impegno antimafia. Provengono dal mondo del giornalismo, dell'università, dell'associazionismo e della narrativa. Tutti, anche i più giovani, hanno esperienze di scrittura su mafia, 'ndrangheta e camorra. Strozzateci Tutti è una risposta civile a Silvio Berlusconi che, ad Olbia nel novembre 2009, ha giurato di voler «strozzare quelli che scrivono libri di mafia». A cura di Marcello Ravveduto, prefazione di Marco Travaglio (Aliberti editore - 30 settembre 2010)

Servi - Il paese sommerso dei clandestini al lavoro
L'universo dei clandestini al lavoro. Una situazione drammatica fatta di violenze e soprusi da parte di caporali e datori di lavoro italiani che fanno leva sulla ricattabilità della forza lavoro clandestina per sequestrare loro documenti, trattenere le misere paghe concordate, il tutto condito da insulti e violenze quotidiane, con la collaborazione attiva di piccoli malavitosi locali. Uno scenario che mai compare sui quotidiani nazionali e che invece rappresenta la dorsale nascosta di un'Italia truce e violenta: l'altra faccia del mito "italiani brava gente". Dalle campagne siciliane e del foggiano, fino ai cantieri edilizi e agli ortomercati del Nord, da questo libro emerge una fotografia brutale del nostro paese. Marco Rovelli si è mischiato con i clandestini, bevendo insieme a loro il tè, e comunicando, facendosi raccontare le loro storie finora inascoltate: dal loro racconto emerge anche il volto crudele del nostro capitalismo, ritornato in alcune aree e comparti a forme ottocentesche di sfruttamento. Non manca un capitolo sulla condizione degli immigrati nel comune di Rosarno: sfruttati senza diritti, vittime di una continua "caccia al nero" e di attacchi da parte di alcuni giovani rosarnesi che hanno portato alla violenta protesta del 7 gennaio 2010.
MEDIA - tutti - nascondi


"Dimenticati" - Chirico e Magro a Uno Mattina
Ospiti a Uno Mattina (RaiUno), Danilo Chirico e Alessio Magro, dell'associazione daSud, presentano il loro ultimo libro "DIMENTICATI. Vittime della 'ndrangheta - la storia e le storie delle donne e degli uomini assassinati dall'organizzazione criminale più segreta e potente del mondo" (Castelvecchi editore).

"Malitalia, storie di mafiosi, eroi e cacciatori"
Libro e documentario di Laura Aprati ed Enrico Fierro (Rubbettino editore, 2009) per ricordare che in Sicilia, Calabria e Campania è in corso un conflitto, silenzioso e inarrestabile. I mafiosi contro gli onesti, i collusi contro chi si oppone.